La campagna Johnson&Johnson per attrarre i millennials

Sharing

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

È sicuramente il target che tutti cercano. Difficile, veloce, pratico, disincantato e con una totale fiducia nelle tecnologie. Come va il mondo e la “verità” sulle cose della vita? Le cerco con il mio smartphone da Google e se “mi piace” le condivido sui miei canali social con il mio network.

L’86% dei giovani tra i 18 e i 24 prende le informazioni, comunica e si scambia feed-back solo attraverso i dispositivi mobile. Cambiano i modi con i quali si fanno acquisti, si recensiscono libri o ristoranti, ci si conosce, si apprende e si trova lavoro. Le aziende lo hanno capito e stanno mettendo in campo tutta una serie di nuove strategie di attraction per arrivare velocemente (e per primi) nei cuori e nelle menti di questi giovani ragazzi. Siamo noi l’azienda che fa per te, abbiamo noi la struttura che può farti crescere, fare carriera, garantire una buona work life balance, che ha attenzione all’ambiente e garantisce prodotti leader del settore.

Ma come facciamo a comunicarlo? Come innovare i soliti processi standardizzati come i job meeting, le testimonianze o i recruiting day?

Innovare a volte significa prendere quello che di buono abbiamo, i contatti generati negli anni, le sinergie con docenti universitari o career center di Atenei, per produrre un cambiamento.

È proprio quello che ha fatto la Johnson&Johnson qualche giorno fa presso la Facoltà di Ingegneria di Roma La Sapienza.

Una testimonianza aziendale che voleva essere preludio e apertura per il Recruiting day in azienda. Tutto chiaro e tutto già impostato dalla funzione HR che di queste attività è massima esperta. Ma in questo format, in questa edizione c’è la voglia di innovare, di stupire, di realizzare qualcosa di nuovo che possa essere per i ragazzi una sfida che difficilmente dimenticheranno. Ecco allora che tramite l’app mobile di Employerland la Johnson&Johnson lancia una sfida, una Business Competition, durante la propria presentazione all’Università.

 

 

Gli studenti, invitati alla presentazione aziendale dall’ufficio placement, sono tutti ai loro posti con tanto di cellulare in mano e con l’app installata nei loro dispositivi. Sanno che oggi accadrà qualcosa di diverso. L’azienda prende la parola per descrivere quali saranno gli obiettivi della giornata. La presentazione Corporate è sullo sfondo e pronta per girare e fornire tutte le informazioni che i ragazzi non sanno dell’azienda, della sua storia, dei suoi valori e di come si lavora in J&J. È qui che arriva la prima novità. La presentazione non è però solo disponibile e visibile sul proiettore (che per questa volta sembra fare bene il suo lavoro) ma è anche fruibile sugli smarthpone dei partecipanti. Nell’app di Employerland infatti l’azienda ha condiviso e messo a disposizione dell’aula la Corporate Presentation e su questa ha progettato e ideato una serie di domande alle quali gli studenti dovranno rispondere. I primi 3 ragazzi Top Performer della giornata accederanno direttamente al Recruiting Day in azienda il 13 Maggio.

La presentazione dunque ha inizio: 40 minuti nei quali la funzione HR spiega nel dettaglio tutto sull’azienda. Il tempo scorre velocemente e piacevolmente con una buona interazione con l’aula e una parte finale di Q&I ricca di contributi che è sinonimo di attenzione e quella giusta dose di tensione che in queste occasioni è d’obbligo.

Ora è il momento della sfida, di verificare quanto i ragazzi hanno appreso rispetto alla presentazione e alla giornata vissuta insieme. Iniziano 15 minuti di Competition tutti contro tutti per identificare i primi 3 Top Performer della giornata. Ma le sorprese non finiscono qui perché i contenuti della sfida non sono solo Corporate. La corsa ad ostacoli per salire nel ranking finale della J&J infatti ha previsto, all’insaputa dell’aula, tutta una serie di domande tecniche specifiche per ingegneria.

Prese dalla Library di Employerland l’azienda ha scelto domande di Chimica, Biomedica, Meccanica, Gestionale e Robotica. Un mix di conoscenze, nozioni, teorie e competenze che un ingegnere deve possedere per poter lavorare in azienda.

 

 

Il tempo è finito e i 3 Top Performer della giornata sono stati identificati. Li rivedremo in azienda il 13 maggio. Per gli altri che sognano una carriera in Johnson&Johnson le speranze non sono ancora finite. C’è tempo per continuare la sfida e salire nella classifica dei Top Performer fino al 6 maggio.

Questo è Employer Branding, questo è recruiting 3.0. Un nuovo modo per portare innovazione all’interno di una strategia HR consolidata sfruttando tutte le leve comunicative e le potenzialità delle tecnologie mobile.

 

 

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *